Una politica immorale: il fondo salva banche.

L’Europa ha così deciso di “salvare la Grecia” e di mettere un freno alla deriva di altri Stati tra cui l’Italia. Il debito pubblico della Gracia viene rideterminato al 50% del suo valore e così le banche che avranno subita la perdita saranno compensate dal fondo salva stati, il cui costo ricadrà ovviamente sulle spalle dei soliti ignoti.

Come lo pagheremo? Con le manovre e con la stampa di moneta falsa che farà lievitare l’inflazione (ma non era reato stampare moneta falsa?). Tutto questo dopo avere ridotto sul lastrico i lavoratori greci e abolito lo stato sociale in quel Paese.

Chi ne esce in piedi sono le banche, le prime responsabili della crisi, spalleggiate dall’inettitudine e dalla complicità dei governanti.

Viene spontanea una prima obiezione: ma non si poteva farlo subito questo salvataggio, risparmiando grandi sofferenze a tanta gente che oggi si trova senza lavoro? Risponderanno che non era possibile, ma io ideologicamente non ci credo. Probabilmente non conveniva o, soprattutto, sarebbe stato un cattivo esempio, secondo la loro ideologia.

Ma l’aspetto più sconcertante di questo fondo salva banche è la sua profonda immoralità. Pensano di mettere inseme 1000 miliardi di euro per mantenere inalterato l’attuale livello di rapina della rendita finanziaria e così ricominciare a giocare.

Mille miliardi, se uno ci pensa non si riescono neanche a contare. Ma si rendono conto questi europeisti che un fondo di questa grandezza sarebbe in grado di eliminare la fame nel mondo per sempre; sarebbe in grado di togliere dalla miseria miliardi di uomini. E loro li vogliono usare per darli alle banche che continueranno imperterrite a staccare assegni milionari per i loro banchieri, che continueranno a scommettere e guadagnare sulle guerre nel mondo, che continueranno a sfruttare la povertà di molti Paesi per strangolarli  con i loro prestiti da usurai.

Non c’è del marcio in Danimarca, ma c’è qualcosa di storto in questa politica. E’ la sua lontananza da ogni principio etico, da ogni principio di giustizia o quanto meno da quei principi – libertà, uguaglianza, fraternità – su cui si fondano a parole le tando declamate democrazie occidentali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: