Archivi Mensili: gennaio 2012

Solidarietà con il popolo no tav.

Era proprio necessario eseguire l’arresto dei militanti No Tav a più di sei mesi dai fatti contestati? Non era più logico denunciarli a piede libero, dato che le prove dei reati contestati, se ci sono ci sono e non possono più essere compromesse? Mi sembra che la ratio del bliz sia proprio quella di delegittimare un movimento popolare che sostiene una causa giusta, attraverso il solito carnevale mediatico. Un movimento che sta convincendo sempre più persone della giustezza della causa, che sta chiedendo alla politica di ragionare sulle finalità delle scelte e non soltanto sulla …

Continua a leggere

Libertà di non stampare.

La libertà di stampa implica ovviamente la libertà di non stampare. Cosicché se uno cerca articoli o servizi giornalistici su, poniamo, come vive la gente in Grecia dopo la cura “Europa” e la cura “F.M.I.” per guarire dal debito, deve constatare che il tal caso si è preferito esercitare la libertà di non stampare. Ma, …

Continua a leggere

Libertà di sfruttare meglio.

Mi sono preso una pausa perchè dovevo preparare un pezzo del mio orto per le prime semine della stagione. Ho seminato piselli, taccole (petit pois mange-tout), agli, ho messo a dimora le prime piantine di cipolle, cinquanta “vernine” (secondo la lingua di qui che è per metà la lingua di Dante e per metà quella degli etruschi) – sono cipolle che si conservano a lungo senza germoliare subito a settembre come capita di solito – cinquanta piantite di cipolle rosse di Tropea, da mangiare fresche in tutta la loro dolcezza e fragranza. …

Continua a leggere

Sovranità popolare: un corno!

Il Referendum abrogativo richiesto da un milione e duecentomila elettori è inammissibile. Quindi i cittadini italiani non potranno pronunciarsi sulla legge elettorale. Così ha deciso la Corte Costituzionale. Non si conosce ancora il motivo, ma l’effetto è questo: tutti a casa coloro che credevano di dare una mano a ricostruire dalle fondamenta una democrazia traballante, ridando il controllo agli elettori sulla scelta dei deputati al Parlamento, togliendolo ai Segretari di partito. Ci saranno paginate di motivazioni giuridiche così come ce ne saranno altrettante per controdedurre a quelle motivazioni, ma l’effetto non cambierà. Il Popolo sovrano se ne stia a casa che non son cose da discutere …

Continua a leggere

La destra vince alla Camera.

La votazione alla Camera dei deputati sul caso Cosentino ha dimostrato che la maggioranza di centro destra uscita dalle elezioni è ancora vitale. Quando si tratta di far sapere chi comanda davvero, chi tiene il pallino, non c’è salvataggio della patria che tenga. Si fa come dice il capo. E il capo non può che salvare i satrapi che lo sostengono. E’ solo il caso di notare che questa votazione costituisce anche la prova generale della esistenza di una maggioranza che può abrogare l’art. 18 dello Statuto dei lavoratori. Chissà come la vede ora il Partito Democratico? E’ disposto a …

Continua a leggere

Cittadini o sudditi. Comunque schedati.

Tra le tante innovazioni introdotte dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici (GU n. 300 del 27/12/2011 – Suppl. Ordinario n. 276), la cosiddetta “manovra Monti”, vi è quella prevista dall’art. 11. Secondo tale disposizione dal primo gennaio 2012 le banche e gli altri istituti di credito e finanziari sono tenuti a comunicare all’Agenzia delle Entrate tutti i movimenti effettuati sui singoli conti correnti dei clienti delle banche stesse. La norma …

Continua a leggere