Archivi tag: sinistra

Compagni, ma la sinistra è nuda!

Ormai da qualche lustro, ad ogni fibrillazione pre elettorale, si mette in moto la macchina dell’unità della sinistra, che si figura sempre di avere un ampio bacino elettorale, basta solo far sapere di esistere e i voti arrivano. Da qualche lustro però i voti continuano a non arrivare. Esiste ancora il raggruppamento L’altra Europa per …

Continua a leggere

IL RACCONTO DEL PRESENTE

La sinistra non ha un racconto del presente diverso da quello che ha la destra neoliberista. Per questo non ha futuro. La sinistra come la destra pensa che l’economia sia una scienza, quando invece è una filosofia. La sinistra come la destra pensa che la crescita non abbia limiti, anche se viviamo su un pianeta …

Continua a leggere

VOTERO’ GRILLO

Mettiamola così, c’era la possibilità che alle elezioni si presentasse una lista di sinistra totalmente nuova, costruita dalla base, attraverso un processo di aggregazione o di semplice messa in comune di esperienze di lotta e di pensiero maturate sul campo. Per citare sole alcune di esse: dai No Tav ai No Dal Molin, dai Centri Sociali ai comitati di lotta in difesa dell’occupazione, da Macao ai Comitati di lotta di Taranto, dai gruppi “donna” ai movimenti per i diritti civili, dai movimenti studenteschi al Teatro Valle occupato, dai comitati per l’acqua pubblica ai movimenti di lotta in …

Continua a leggere

Una nuova strada per la sinistra?

Il 30 giugno e il 1° luglio si è svolta a Parma l’assemblea nazionale di ALBA – Alleanza per il Lavoro i Benicomuni e l’Ambiente. I risultati dei lavori dell’assemblea sono visibili all’indirizzo: http://www.soggettopoliticonuovo.it/ Io ho partecipato ai lavori dell’assemblea, sia ai “tavoli di programma” sia alle riunioni plenarie dove ho letto un intervento tratto …

Continua a leggere

FERMIAMOLI!

Questo dovrebbe essere l’obiettivo della sinistra politica e sindacale di fronte al piano di rapina predisposto dal Governo Monti. Rapina di soldi e di diritti, dalle tasche e dalla vita dei lavoratori. Sembra invece, dai primi balbettii, che non sarà così. Decideranno di salvare lo Stato anzichè difendere il popolo perchè sosterranno che salvando lo Stato, salveranno anche il popolo dalla rovina. E’ la vecchia litania dei giacobini e degli stalinisti di tutto il mondo. Con una aggravante: non c’è una strategia della sinistra per fronteggiare la crisi. Per costruirla bisognerebbe partire dai bisogni della gente e non da quelli dello Stato. Così o ci …

Continua a leggere